La Giostra di Paco.it | NEWS | Facebook | YouTube | CONTATTI

La Giostra di Paco.it

I Metodi ... per lavorare e divertirsi nel rispetto del cane

chi sono

 

Il Metodo Gentile

"USARE LA COLLABORAZIONE NON LA COSTRIZIONE"

Eliminiamo una volta per tutte i concetti oramai superati che per essere un buon leader bisogna imporsi con la forza, "bisogna fare vedere al cane chi comanda"!! Altro che la forza...in natura per essere dei buoni leader bisogna usare la testa. Il metodo gentile, quindi, rifiuta categoricamente qualunque tipo di violenza (psicologica e fisica) e non fa uso di collari a strangolo, di strattoni, di urla nè di qualunque altra punizione di tipo fisico.

SEMPLICEMENTE SI PREMIANO I COMPORTAMENTI CORRETTI E SI IGNORANO QUELLI SCORRETTI !

Visto dalla parte del cane, questo significa che verrà proposto con maggior frequenza il comportamento che viene premiato, quello più vantaggioso... e si tenderà a dimenticare (e quindi a non proporre) quelli che non portano alcun vantaggio.Il cane apprende per associazioni, ed è proprio per questo che la punizione è inefficace, in quanto il cane non è in grado di associarla al suo stesso comportamento, anzi la associa a noi e ad una precisa situazione...in pratica non è in grado di capire il perchè viene punito, e soprattutto non è i grado di apprendere alcun comportamento corretto, in quanto, punendolo, non gli stiamo dando nessuna informazione su cosa in realtà vogliamo da lui!La punizione, inibisce il manifestarsi di un conportamento errato, ma non agisce sulle cause!

Dobbiamo invece proporre al cane quello che vogliamo da lui, e premiarlo ogni volta che lo fa. Bisogna dare al cane la possibilità di scegliere come comportarsi, e fra tutti i comportamenti possibili sceglierà il comportamento che porta maggior vantaggio!!Un esempio? Il cane tira al guinzaglio? lo punisco.Ma che cosa gli ho insegnato? Nulla!

Il cane tira? Non lo punisco, MA gli insegno a non tirare...e quando non tira lo premio.Secondo voi , quale comportamento metterà in atto con maggior frequenza?Ma come è possibile che sia così semplice?

Lo è...e lo scopriremo insieme!

e finalmente ... IL CLICKER

Il suono emesso dal clicker, il CLIK CLAK metallico, è un segnale "ponte", ovvero un segnale che indica al cane che l'azione che ha eseguito è quella corretta e sta per ricevere un premio, ovvero stiamo dicendo al cane che PROPRIO QUEL COMPORTAMENTO appena eseguito E' QUELLO ESATTO e quindi verrà RINFORZATO con un PREMIO. E' come se fosse una parola in comune fra il nostro e il loro linguaggio...

Quando il cane sente il click, sa di aver fatto bene ed è più propenso a ripetere quella precisa azione. 

La cosa sconvolgente è che voi NON CHIEDETE AL CANE UN COMPORTAMENTO... ma lasciate che sia la sua testa ad arrivare a capire cosa deve fare per ottenere il suo premio. Il cane non è costretto ad eseguire un comando, è libero di arrivarci con le sue potenzialità,i suoi modi, i suoi tempi e una volta che ci è arrivato la sua ( e la vostra ) autostima arriva alle stelle e avrà anche una ricca ricompensa...conoscete motivi migliori per lavorare? Va da se che lavorare e prendere un premio ogni volta che faccio bene è molto più divertente e gratificante che essere punito ogni volta che sbaglio!! Cambiano le motivazioni al lavoro, cambia la visione del proprietario, cambia tutto..perchè in questo modo ci si diverte!!! 

Ma perchè è così efficace? 

Primo perchè è un suono immediato, difficilmente riproducibile al di fuori della sessione di addestramento .. e poi perchè le nostre parole ( in fondo il click equivale a lodare il cane, a dire "bravo") non solo sono usate in contesti diversi, ma sono anche cariche del nostro umore, e dei nostri stati d'animo in quel momento... in più essendo veloce e preciso fissa nella mente del cane esattamente il comportamento eseguito in quell' istante.

Chiariamo, il Clicker non è magia...è SCIENZA! 

Non è una bacchetta magica .. ma si basa su chiari principi di apprendimento: Condizionamento Classico, Condizionamento Operante e Rinforzo Positivo.

Ma in pratica... come si fa? 

Lo ammetto, lavorare col clicker è molto più difficile da spiegare nella teoria che non capirlo nella pratica... per questo consiglio sempre di prendere almeno qualche lezione con un istruttore professionista, per farsi delle basi solide e chiare; proprio perchè il clicker è uno strumento molto preciso, in mani inesperte potrebbe diventare fonte di "disguidi tecnici", che comportano poi il rischio di dover fare un lavoro ancora più lungo. 

Premesse fondamentali prima di cominciare:

il clicker non è un richiamo sonoro!

la sequenza è: comportamento del cane+click+premio.

Quindi il click arriva SEMPRE prima del premio, perchè stiamo dicendo "bravo cane, questa cosa che hai fatto è giusta-click- e adesso prendi un premio per il lavoro che hai svolto."

Non aiutate il cane, in questo modo non fate il suo bene perchè gli impedite di provarci davvero solo con le proprie forze... se il cane ha un atteggiamento rinunciatario, gli state chiedendo troppo, quindi cambiate il vs obiettivo in uno più semplice. Non costringetelo a lavorare..deve essere un momento piacevole per tutti. 

Se rinuncia, aspettate che sia lui a tornare da voi e poi ricominciate.

Dovete sempre aver chiaro voi qual'è il comportamento finale che volete.

Potete lavorare col clicker in 2 modi... MODELLANDO oppure FISSANDO un comportamento.

Il modellamento ( o shaping) consiste nel clicckare (rinforzare) e premiare tutti i comportamenti che via via si avvicinano al mio obiettivo finale... come una lunga sequenza di fotogrammi. Modello il comportamento del cane fino a portarlo all'obiettivo finale... è quello che potete vedere nei video di Indy. Non parlo mai a Indy ( se non per lodarlo) non lo aiuto, rispetto i suoi tempi e aspetto (santa pazienza) che ci arrivi in autonomia con le sue sole forze ( e a volte è veramente molto pigro!)

Fissare un comportamento è invece quando vado a rinforzare un singolo comportamento preciso, un comportamento che può essere anche già acquisito, ma che è bene tenere ulteriormente rinforzato. Un esempio di questo è la parte finale di Indy e il cono, dove per 3 volte di fila clikko lo stesso comportamento, quando Indy tocca col naso la punta del cono, perchè quello era il mio obiettivo. In questo caso non sto più "modellando", ma sto "fissando" un preciso comportamento. Ad oggi, quando Indy vede il cono, gli va vicino e basta il comando vocale "touch", per far si che tocchi la punta del cono col naso.Ho modellato il suo comportamento sul cono e ho fissato il comportamento finale. Tutto col clicker! Una volta che ho fissato quello che era il mio obiettivo finale, introduco un comando vocale ( o gestuale), in modo da mettere quel comportamento sotto segnale. Lo posso fare solo quando vedo che il cane anticipa il comportamento richiesto e quando è sicuro e sciolto nelle abilità richieste, ovvero quando esegue ripetutamente il comportamento senza incertezze, errori e/o esitazioni.

 

Per chi rispetta l'intelligenza e la diversità animale, per me soprattutto, il clicker è una filosofia di vita... un modo di relazionarmi con gli animali che si basa sul rispetto, la conoscenza, e la collaborazione...NON SULLA VIOLENZA, SUI COLLARI A STRANGOLO, LE URLA E GLI STRATTONI. Queste metodologie le lascio a chi non sa... a chi si rifiuta di vedere lo straordinario potenziale che ha la mente animale...a chi crede ancora che l'uomo possa relazionarsi con la diversità animale solo "dominando", solo urlando, solo causando dolore, paura e terrore. No grazie. I miei cani non avranno mai paura di me, ma mi rispetteranno sempre, non perchè mi impongo con la violenza, ma perchè cercherò di essere sempre un leader leale, coerente e di cui ci si può fidare. Niente verrà mai fatto per paura... ma solo per puro divertimento... e vi assicuro che di cose, i miei cani, ne sanno fare davvero tante. Ma la cosa più affascinante è che NON SMETTEREBBERO MAI DI IMPARARNE DI NUOVE :-)

ps: il tuo cane ha ancora addosso lo strangolo? VERGOGNA! Corri a leggerti i danni che gli stai provocando :-(